35 minuti

10/11

Hai presente quel momento in cui entri in un sogno e non ci esci più?

Io ho deciso di svegliarmi, anche se dovessi farlo senza forze, senza pensare che non è quello che voglio davvero. Ho pensato che nella mia vita ho sbagliato spesso, e che continuerò a farlo perché di molte macchie nere che mi sono lasciata sul mio lenzuolino bianco hanno fatto di me una persona migliore. Ho paura, ho poca forza, non so andare avanti, ma lo farò perché voltare pagina significa smetterla con questo davvero! Ed e per questo che quel sabato sera gli chiesi di baciarmi, di farlo di nuovo, di stare con me anche solo 10 minuti, il tempo possibile per capire se dovessi svegliarmi o meno! E fu così che tu mi seguisti davvero, ricordo le tue parole: “-Andiamo fuori a parlarne”. In un secondo mi passarono mille cose per la testa, ma decisi di uscire fuori con lui ed in men che non si dica ci trovammo in macchina, in quella macchina in cui di bei momenti ne avevamo passati tantissimi. Di fronte quella discoteca, col solo pensiero in testa che fino a qualche minuto prima tu fossi stato con lei! Non mi andava di guardare la luna, guardare le stelle, volevo solo vedere tutte le sue azioni e reazioni. Era agitato, era strano ed io l’avevo immaginato, ma non avrei pensato che mi avesse davvero stretto forte, che avessi sentito quella sera il suo cuore battere forte ed il suo fiato sulla mia pelle. Era vicino a me, potevo stringerlo forte o lasciarlo andare, avrei potuto fare tanto e feci il possibile. E quando mi chiedesti di vedere il mio tattoo, di leggere dopo mesi che avevamo chiuso la nostra storia il tuo nome sulla mia pelle, per me doveva significare per forza qualcosa. Fu solo per questo che quando coprii il mio seno mi trovai immersa tra i pensieri, i sogni, le tue braccia e con le tue labbra sulle mie. Quella notte non dormii, ricordavo le sue parole, e il suo profumo che dopo mesi non era cambiato per niente. Le sue labbra che erano più morbide di quanto ricordassi, i suoi occhi più brillanti che mai. Non aveva la forza di guardarmi negli occhi e perché? Perché forse lui desiderava quellattimo più di quando avessi fatto io per così tanto tempo. Le sue mani su di me era come se mi toccassero il cuore e lo sentivo vicino, ma sapevo che non lo sarebbe stato davvero. Poter rivederlo sarebbe stata la soluzione migliore, e pensare davvero a riaverlo, a farlo diventare mio: questa volta per davvero!

Ma decisi che la scelta più facile sarebbe stata questa, di pubblicare la verità, anche se avrebbe fatto male a me quanto a lui, che mi aveva chiesto di tener la bocca chiusa. Fare l’amante di nuovo sarebbe stato il passo più vicino a tenerlo stretto a me, ma io non ci sto ai suoi giochetti, ho deciso di iniziare a giocare io ed è per questo che ho voluto che tutti potessero sapere che ho voluto mollare il mio Romeo per davvero, facendo sapere a tutti la verità.

Ps: amore mi hai fatto troppi buona, ricordati chi sono io davvero 😉

Avevi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...