Dear Santa,

Buongiorno a tutti,

Per questo Natale avevo pensato ad uno Shooting davvero molto carino, ma tra foto di compleanno, servizi fotografici vari,  mi sono detta: perché non fare qualcosa di diverso? Appunto scelto un’altra blogger emergente come me che lavorasse ad una lettera a Babbo Natale,  Che racchiudesse passioni, pensieri e desideri !

@martapareccini

Caro Babbo Natale,
Quando ero piccina iniziavo sempre le mie letterine con mille ringraziamenti e buoni propositi e scrivevo la solita frase “MI PIACEREBBE…” seguita da quello che in quel momento era il mio piĂą grande desiderio.
Sì, sceglievo un solo regalo perché mamma e papà mi avevano insegnato che non bisognava pretendere troppo perché poi non avresti potuto accontentare tutti i bambini del mondo e poi perché dicevano che se avessi scelto e desiderato una cosa sola si sarebbe potuta avverare con più facilità.
Quel regalo immancabilmente arrivava e con lui mille altri pacchetti che mi lasciavano sempre senza parole: libri, gessetti colorati, matite, quaderni, giochi in scatola, caramelle, vestiti…
Ricordo ancora l’odore della scatola di Caran d’Ache e di quei dolcetti neri con dentro il marshmallow che non mi piacevano molto, ma che quando arrivavano “ERA NATALE”.
Ricordo il tripudio di emozioni che sentivo dentro: agitazione, entusiasmo, felicità e gioia e non dimenticherò mai quel giorno che un piccolo Babbo Natale elettronico veniva verso di me con un sacchetto che poi scoprii contenere il mio primo telefonino.
Non dimenticherò mai quei momenti e sono giorni che sto pensando a quanto mi manca scriverti quella letterina, a quanto mi piacerebbe tornare a quei giorni..e quindi..
Eccomi qui.
Non piĂą con carta e penna, ma sempre con lo stesso entusiasmo di allora a dirti che..
Caro Babbo Natale,
Sai cosa mi piacerebbe trovare quest’anno sotto l’albero? Niente.
Sì, hai capito bene: NIENTE. Vorrei solo che non cambiasse niente, vorrei che tutto rimanesse così com’è perché quando hai una grande famiglia che ti ama, un migliore amico peloso che ti segue ovunque e un uomo che ti tratta sempre come una principessa (un po’ come quella vignetta dove lui è arrabbiato con lei, ma la copre con l’ombrello per far sì che non si bagni) non hai più bisogno d’altro.
Quindi quest’anno caro Babbo Natale non devi tirare in dentro la pancia per entrare dal nostro camino, ma puoi passare benissimo oltre..vai da qualche bambino che ha veramente bisogno di te.
A me basta questo: tutti insieme attorno all’albero..Nothing else.

 

Sempre la tua PICCOLA Marta

PS: se poi vuoi proprio farci un regalino sai quale è il mio/nostro desidero più grande per il 2018. 📚

 

@margo_itsme

Caro babbo Natale,
questa è la prima lettera che ti scrivo da maggiorenne, ed è fighissimo anche se mi sento una “vecchiaccia”. Ormai sono grande e quindi non ti chiederò sicuramente una Barbie come facevo tutti gli anni: cambiava la lunghezza dei capelli, il vestito, la location preferita, ma almeno una Barbie sotto il mio albero era di rito! Magari un po’ di polverina magica per tornare bimba si (hahaha).

No vabbè torniamo alla realtà!

Questo Natale vorrei solo tanta felicità a me e alla mia famiglia, che per un po’ di tempo è stato troppo triste causa di errori commessi da me. Non mi va più di sbagliare di vederli piangere, non voglio più essere “quella che ero prima“, Vorrei solo un pizzico di piccante quando ci può stare, Assolutamente non sempre. Magari trovami anche un uomo perché di bambini ne ho la pancia piena.
Non ti scrivevo da così tanto tempo che ora la pennaa lo fa da sola! Da quando non ci sei più tu un po’ il Natale mi piace meno: Svegliarsi la mattina del 25 e trovare sotto l’albero tanti “Desideri avverati” Era la cosa più bella del mondo. Aspettavo ansiosa quel giorno tutti gli anni, come dimenticare il latte con i biscotti che ti lasciavo sempre sul camino, per darti il benvenuto in casa mia. Quante volte piangevo per paura che ti facessi male scivolando nel mio cammino, Quante volte ho immaginato quale fosse il tuo vero viso. Ebbene l’ho scoperto a cinque anni: il giorno più brutto della mia vita quando mio amico mi svelò che babbo Natale non esisteva! Ma in quel momento scoprii che il mio babbo Natale era il mio eroe, L’unico uomo che non smetterò mai di amare per tutta la vita: mio padre. Credere a babbo Natale è l’unica cosa che vorrei potesse non finire mai, perché appena sveglia in quel giorno speciale nulla era meglio di scartare i giocattoli e sorridere. Sembrava tutto un gioco ed infatti lo era! Scrivendo mi scende anche qualche lacrima perché è davvero triste che tu non sia più nella mia vita, ora falli tutti felici quei bimbi!
Stammi bene Babbo!
Mi manchi un casino
-Margo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...